Idee essenziali per visitare Barcellona a Natale

Senza idee per il Ponte dell'Immacolata? Un altro Natale senza sapere cosa fare? Barcellona ti aspetta a braccia (e parcheggi) aperte!
06 novembre 2017
Visitare Barcellona a Natale in auto e senza problemi di parcheggio
Visitare Barcellona a Natale in auto e senza problemi di parcheggio

Idee essenziali per visitare Barcellona a Natale

Senza idee per il Ponte dell'Immacolata? Un altro Natale senza sapere cosa fare? Barcellona ti aspetta a braccia (e parcheggi) aperte!

Le festività natalizie sono, senza dubbio, il miglior periodo dell'anno per visitare le città che si vestono a festa per questa celebrazione così familiare. Nel caso di Barcellona, quest'ultima si mette in mostra con luci, mercatini e un'infinità di tradizioni che di seguito ti descriviremo, per toglierti ogni dubbio e convincerti ad arrivare in auto fino alla capitale catalana, per godere di una vacanza indimenticabile. Non ti devi neanche preoccupare di come trovare parcheggio a Barcellona, anche questo problema è risolto! Allacciati le cinture e partiamo!

Perchè visitare Barcellona a Natale

I motivi per cui vale la pena lasciarci sedurre da Barcellona a Natale sono diversi, come quello di poter ammirare il suo fiore all'occhiello, la Sagrada Familia, vestita a festa. Proprio nella piazza dove si trova il tempio, potrai godere della tradizionale (ed imperdibile) “Fira de Nadal”, con i suoi mercatini, luci e strade ancora più animate di quanto già non siano.

Però non siamo venuti fino al parcheggio della Sagrada Familia, in pieno periodo di Natale, solo per lasciarci sedurre dall'impressionante tempio di Gaudí: il viale che porta il nome del famoso architetto ci accompagna direttamente ad un altro dei maggiori gioielli del modernismo: l'Hospital de Sant Pau e, lungo il cammino, possiamo godere di un buon pasto tipico (i cannelloni, la zuppa di galets, la escudella…) o altre specialità, come deliziosi torroni e tazze di cioccolata calda.

E cosa dire del centro e le sue Ramblas! La Ciutat Vella ci aspetta con uno dei viali più emblematici al mondo, decorato per l'occasione. Tuttavia, l'epicentro del Natale a Barcellona lo troviamo a pochi metri da lì: la Fiera di Santa Lucia proprio davanti alla cattedrale. Un mercatino di Natale in puro stile europeo, in un ambiente unico.

Acquistare un "cagatió" che troviamo nei mercatini è una delle tradizioni natalizie a Barcellona
Acquistare un "cagatió" che troviamo nei mercatini è una delle tradizioni natalizie a Barcellona

Cosa fare a Barcellona a Natale: 5 programmi essenziali

Barcellona a Natale è uno stimolo dopo l'altro: basta camminare per le sue enclave emblematiche per lasciarci contagiare dallo spirito festoso. Tuttavia, ci sono cose che potremo fare solo in questo periodo dell'anno, a Barcellona. Te ne suggeriamo alcune:

  • Acquistare un “caganer” nel Mercato di Santa Lucia: se c'è un souvenir tipico del periodo natalizio a Barcellona, questo è il “caganer”, una figura unica dei presepi catalani e che rappresenta un pastorello in posizione accovacciata intenta a defecare. Tra più di 200 bancarelle, collocate solo in questo angolo magico della città, possiamo trovarci dal caganer tradizionale (il pastorello) a quello più "contemporaneo", a cui si attribuisce sembianze di calciatori famosi, politici o altre “celebrità”.
  • Godersi il presepe di Plaza Sant Jaume: vicino al Comune e al Palazzo della Generalità di Catalogna, ogni anno viene allestito un presepe di notevole ampiezza che soddisfa chiunque si avvicini a questo angolo, a metà strada tra la Cattedrale e le Ramblas.
  • Regalare un cagatió: se il “caganer” è protagonista dei souvenir natalizi, la medaglia d'argento va al cagatió. Si tratta di un simpatico tronco decorato con una copertina e un berretto che tradizionalmente si colloca sotto l'albero di Natale e si riempie di dolci e caramelle. I bambini raccolgono questi regali il giorno di Natale facendo un rituale curioso. Non esitare a fare domande per sapere come lo festeggiano.
  • Vedere la cavalcata dei Re Magi: il 5 di gennaio è il giorno più atteso dai bambini di Barcellona e da tutti coloro che vogliono tornare alla loro infanzia. È il giorno in cui sua Maestà i Re d'Oriente percorrono le strade distribuendo regali, caramelle e sorrisi a chi assiste a questo schieramento di musica, luci e colore.
  • Assistere a un concerto o rappresentazione natalizia: Barcellona è una città molto musicale e teatrale, pertanto non mancheranno spazi per godersi due delle opere più rappresentative che si svolgono in questi giorni: il Messia di Händel e “Els Pastorets”. Riguardo alla prima, sarebbe un privilegio se potessimo assistervi nell'impressionante Palau de la Música o nell'emblematico Liceu, così come la rappresentazione dei “pastorets” in centri sociali e mercati di quartiere, opera natalizia per eccellenza in cui si teatralizza il pellegrinaggio dei pastorelli alla ricerca del Messia.

Parcheggiare a Barcellona a Natale

Tutti questi programmi e gli addobbi natalizi che decorano tutta la città fanno sí che Barcellona a Natale sia tutto un brulichio, ancor di più nei luoghi citati, dove si concentrano i piani più emblematici (Ciutat Vella e Sagrada Familia). Pertanto, se vuoi assicurarti di parcheggiare nella capitale catalana durante le festività natalizie, senza disperarti, ti diamo due consigli:

Prenotare parcheggio in centro

Fin da subito, ti avvisiamo che: parcheggiare senza prenotazione nel centro di Barcellona è IM-POS-SI-BI-LE, a Natale. Celebrazioni come il mercatino di Santa Lucia, la passeggiata lungo le Ramblas illuminate, l'asse commerciale Plaza Cataluña – Portal del Angel…, sono troppi gli stimoli che si concentrano in questo angolo incantevole di Barcellona, per cui, se non vuoi disperarti nella ricerca di un parcheggio, prenota con Parkimeter.

Cercare parcheggi in quartieri di Barcellona: la capitale catalana è una delle città che più si preoccupa di spostare le sue attività e di “animare” i quartieri, quindi un'idea eccellente è quella di parcheggiare a Sant Antoni, cercare parcheggio a Gracia , lasciare l'auto in un parcheggio di Sants, o in uno qualsiasi dei 10 distretti che compongono la città. Lungo il tuo percorso, non mancheranno idee e angoli con fascino natalizio.